Software libero al comune di Rovereto (TN) … e un piccolo errore di concetto … 1

Share Button

In data 24 maggio 2010 il comune di Rovereto (TN) (40.000 abitanti circa) emette un comunicato stampa molto importante in cui dichiara di aver cominciato una politica di abbandono dei software proprietari in favore di quelli liberi, migrando prima la parte server per poi arrivare a quella desktop con OpenOffice.
Una scelta importante, in cui si evince anche l’interesse dal liberarsi dalle logiche di mercato classiche dei software proprietari e di dare libertà ai cittadini, tant’è che il comunicato recita

Anche il cittadino potrà inviare al Comune e ricevere atti e documenti utilizzando software gratuito senza essere costretto a comperare Microsoft Office. A tal fine si renderà disponibile il programma anche sulle pagine del sito web del Comune.

Il comunicato mette in evidenza il risparmio in licenze attraverso le parole del dirigente del Settore sistemi informatico, Fabio Ropelato

si tratta di un notevole risparmio in termini di licenze ed altro, quantificabile in 320 mila euro in 3 anni

e mette in evidenza anche i concetti di sicurezza e qualità

fino ad oggi Open Office non è mai stato colpito da virus ed offre interessanti funzionalità

Tutto molto interessante, se non per un errore di fondo nel titolo

IL COMUNE DICE ADDIO AL SOFTWARE A PAGAMENTO”
…. si sa benissimo che anche il software libero e’ a pagamento … e, sicuramente, questa scelta avrà i suoi costi.

Avrei tanto preferito vedere scritto “IL COMUNE DICE ADDIO AL SOFTWARE A PAGAMENTO PROPRIETARIO”

Qui il comunicato stampa http://www.comune.rovereto.tn.it/dialogo_cittadino_n.jsp?ID_NEWS=2328&GTemplate=dialogo_cittadino_stampa.jsp&NewsDetail=news_detail

Share Button

One comment on “Software libero al comune di Rovereto (TN) … e un piccolo errore di concetto …

  1. Pingback: Tweets that mention Software libero al comune di Rovereto (TN) … e un piccolo errore di concetto … « de.straba.us -- Topsy.com

Leave a Reply