agenzia entrate, perchè non uscite? 7

Share Button

il duomo di messina attraversato da una strada su sito agenzia entrate

Fra i tanti momenti condivisi con Simone parlando di OpenStreetMap ricordo ancora con piacere il viso incredulo di un ragazzo che lo stava ascoltando con queste parole “Vedi! Il giardino di casa mia ha un paio di alberi, dei percorsi ed un stago. Tutte cose private che non ho problemi a nascondere e che ho rappresentato su OpenStreetMap. Non c’è nessuna mappa al mondo che lo ha”.
Viso incredulo ma anche soddisfatto che portò il ragazzo ad essere un nuovo mapper.
A distanza di molto tempo, quella “insolita” mappa, ha dato vita ad un nuovo progetto fra Andrea, Cristian, Simone, Stefano e me.
Il tutto nasce visitando il sito dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’Agenzia delle Entrate, dove, il giardino di Simone, ma anche molti altri dettagli che la comunità di OpenStreetMap è solita raccogliere, sono presenti su quella mappa online.
I colori scelti per la mappa sono anche accattivanti, ed anche le etichette sono ben piazzate.

pompei

scavi di pompei su sito agenzia entrate

Da notare: etichette molto lunghe e ben esplicative.
Visitando qua e là, e conoscendo il proprio territorio, ci si accorge però che quelle mappe sono dannatamente uguali a quelle di OpenStreetMap.
Questo però non è scritto (la licenza con cui i dati sono distribuiti chiede di citare, in maniera evidente, la fonte) e inoltre anche qualcosa non torna.
Già, perchè strade che attraversano edifici importanti come un duomo, non sono di certo errori che l’attenta comunità di OpenStreetMap si permette.
Appaiono però diversi particolari degli scavi di Pompei, e nomi di edifici un po’ bizzarri come Centro Servizi Culturali S. Chiara – Scuola di Musica “I Minipolifonici” (sede provvisoria).

openstreetmap

openstreetmap

sito agenzia entrate

sito agenzia entrate

Le segnalazioni si sono moltiplicate da parte di Andrea e Stefano, e, cosi Cristian ha sviluppato un sistema per confrontare le aree, e il risultato è molto chiaro: l’Agenzia delle Entrate ha deciso di utilizzare gli oggetti di tipo poligonale presenti in OpenStreetMap sul proprio sito integrando poi con i dati di uno stradario (a giudicare da questo articolo http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2010-10-21/tutta-italia-georeferenziata-064638.shtml si direbbero dati Navtech)
Molta amarezza da parte di chi, nel progetto OpenStreetMap crede tantissimo, nel vedere questa assurda violazione di licenza.
Ironia a denti stretti per chi invece si interroga sul ruolo dell’agenzia delle entrate visto che gestisce anche il catasto!
Ma come? L’ente che gestisce i dati catastali non è in grado di produrre una mappa con i propri dati, proprio quelli dell’edificato?
Eppure GEOPoi è creato da una azienda come SOGEI, che di sicuro ha tutti i mezzi sviluppare software (lo dimostra anche il fatto che la logica di distribuzione delle loro mappe non segua degli standard che hanno reso quindi difficile anche la creazione del tool di comparazione).
agenziausciteDa qui la campagna “AGENZIA USCITE!“, un gioco di parole, apparentemente poco originale, ma invece con molti messaggi:

 

AGENZIA delle entrate, USCITE dalla vostra logica difensiva e cominciate a collaborare
AGENZIA delle entrate, USCITE con i dati del catasto in open data
AGENZIA delle entrate, USCITE dal nascondere l’uso di openstreetmap e collaborate invece a questo bene comune.

… tra l’altro il tool di Cristian ha pure creato una interfaccia più comoda per consultare le loro mappe 🙂

A tutti gli amici e amiche invece l’invito è di navigare la mappa d’Italia e individuare le somiglianze segnalandole su mappa a e via twitter #agenziauscite

 

…. ed è molto divertente perchè poi si scoprono cose come questa e ci si domanda “Ma quella rotonda è stata costruita si o no?”

ma_dove_sta_la_rotonda

Share Button

7 thoughts on “agenzia entrate, perchè non uscite?

  1. Pingback: Quel fattaccio brutto dell’Agenzia delle Entrate …. | Cesare Gerbino GIS Blog

  2. Reply Alessandro Lug 8,2014 00:16

    Napo, confermo con un altro piccolo esempio: http://agenziauscite.openstreetmap.it/compare.html#18/45.43024/11.79302
    Quei parcheggi lungo strado in via Shuman li ho disegnati io in Openstreetmap, e infatti lì sono correttamente posizionati sulla destra della via, mentre sulla mappa dell’agenzia delle entrate uno addirittura è sovrapposto (nascosto) alla via stessa.
    Aspettiamo curiosi la risposta ufficiale…
    grazie

    Ale

  3. Pingback: Links for 07/07/2014 | Giordani.org

  4. Reply Pentothal Lug 8,2014 12:26

    Napo le cose che non tornano, te le puoi chiarire vedendo lo stradario di tuttocittà, dove vedrai che quella strada attraversa il Duomo di Messina esattamente alla stessa maniera, e che altri strafalcioni della mappa di Agenzia delle Uscite sono presenti nelle mappe di tuttocittà.
    Per quanto riguarda la mappa di Matera è palesemente copiata da OSM, con un sacco di esempi, dalle zone verdi dei Sassi, dalla mia casa che appare enfatizzata, perchè l’ho enfatizzata in OSM, il parco del castello e l’ospedale disegnato da me nei minimi particolari e riportato con gli stesso errori 🙂 … #agenziauscite #avetecopiato !

  5. Pingback: Dentro il Duomo di Messina c'è un tunnel | Stop

  6. Reply Danilo D'Antonio Lug 25,2014 19:17

    Bisognerebbe prendere coscienza che i pubblici impieghi, compresi quelli dell’Agenzia delle Entrate, sono di proprietà del popolo italiano, sono quella Res Publica conquistata con la vittoria sulla monarchia, sessant’anni fa, che per il loro carattere di bene collettivo andavano subito condivisi con la generale partecipazione permessa da una assunzione a tempo determinato.

    Un impiego pubblico, un pubblico potere e reddito, non può essere assegnato a vita ad alcuno, pena la sua decadenza a proprietà privata di colui/colei che se l’è preso con un concorso, con una legislazione, che risalgono, non a caso all’epoca fascista e mai minimamente cambiate.

    Ecco: non ci aspettiamo che questa gente restituisca spontaneamente il maltolto. Siamo noi CITTADINI che dobbiamo pretenderlo indietro con il PERIODICO LICENZIAMENTO di ogni pubblico addetto. Basta lamentarci invano ogni secondo: LICENZIAMOLI! Non occorre altro.

    Pensate alle tante iniziative, come la stessa OpenStreetMap, a carattere volontaristico che avanzano a fatica rispetto a come potrebbero svilupparsi se ci fosse permesso di entrare a far parte della Pubblica Amministrazione, di ogni Ente della Res Publica. Solo sviluppando questo pensiero il mondo potrà evolvere.

  7. Reply Giorgio Apr 30,2015 19:18

    C’è tanto qualunquismo in giro….
    E’ veramente brutto attaccare sempre e comunque i dipendenti pubblici, per qualsiasi cosa, magari anche per colpe che non hanno…
    Non c’è dubbio che se qualcuno agisce male, va cacciato, ma non bisogna colpevolizzare tutti; le mele marce ci sono in ogni luogo

Leave a Reply