open government data: quali dataset aprire? La risposta in De Finetti 50 anni fa!

Share Button

Una delle domande ricorrenti dell’open government data è

“Da quali dati devo cominciare per fare open data?”

Si tratta di una domanda importante, perché ammette – fra le righe – che l’apertura dei dati ha un costo.
Tant’è, che una delle prime risposte, è

“partire con i dati che già si pubblicano in rete”

La domanda però non è assolutamente nuova.

Ben 50 anni fa, il matematico Bruno De Finetti, disegnava uno schema importante su una lavagna.

decennale fondazione aldo della rocca 16/12/1965

Bruno de Finetti al decennale della fondazione Aldo della Rocca 16 dicembre 1965

quello schema ora torna ai giorni nostri nelle presentazioni di persone come Enrico Giovannini e nei progetti di Italia Login di AgID

Certo, non tutti quei dati sono apribili per questioni di privacy ed altro ancora, ma quello schema mette in evidenza l’opportunità che offre l’open data: quello di mettere a sistema le banche dati per trarne prima di tutto giovamento da parte di chi li produce.

Lo schema sulla lavagna di De Finetti preoccupa perché racconta un sogno che si segue da oltre 50 anni e che il digitale può risolvere.
Aprire i dati vuol dire cominciare a fare ordine, riorganizzare i processi, applicare il digitale, creare cultura del dato.
Il percorso è ancora lungo.
Se lo si fa con qualità, allora si che raggiungeremo la crescita che gli open data sono in grado di offrire.

Share Button

Leave a Reply