Gli open data nel mondo sono come un iceberg (e l’Italia è ancora sott’acqua)

Gli open data nel mondo sono come un iceberg (e l’Italia è ancora sott’acqua)
“Inghilterra prima, Danimarca seconda, Francia terza, Finlandia quarta, … Italia? Dove è l’Italia? Cosa??? Venticinquesima?”. Queste sono, più o meno, le considerazioni che fanno in molti appena accedono al Global Open Data Index 2014 pubblicato da Open Knowledge ad inizio dicembre. La posizione incuriosisce sia perché ci si trova dietro a nazioni come l’Islanda (16) o ...

arcgisrest2spatialite: come trasformo una risorsa ArcGIS Rest API in file spatialite

arcgisrest2spatialite: come trasformo una risorsa ArcGIS Rest API in file spatialite
Per colpa di Andrea Borruso e Simone Cortesi mi sono messo a guardare le ArcGIS Rest API. Galeotto fu questo blog post http://blog.spaziogis.it/2014/12/29/take-the-best-use-the-rest/ da cui ho iniziato a investigare sui numeri civici e gli edifici della Regione Umbria per creare un file spatialite https://github.com/osmItalia/dati-umbria partendo prima da uno script bash e poi creando uno script ...

La rete degli OKLabs

La rete degli OKLabs
Anche la Germania, come altri Paesi, si è fatta affascinare dal progetto code for america, creando code for de. Quest’ultimo ha portato però una interessante novità: la nascita di 13 OKLabs – Open Knowledge Laboratories (laboratori sulla conoscenza aperta), ovvero dei luoghi dove civic hackers si incontrano regolarmente offrendo il loro talento per risolvere e ...

Vi racconto il summit mondiale sugli Open Data e perché liberarli fa bene anche all’economia

Si è concluso da pochi giorni l’ODI Summit – evento annuale (arrivato alla sua seconda edizione) di resoconto delle attività dell’ODI, ovvero Open Data Institute – e ancora vivo dell’energia che ho ricevuto in quella giornata di Londra. Ho partecipato all’evento in rappresentanza di nodo ufficiale dell’Open Data Institute. E quest’anno ero lì con le due persone ...

TRAVIC – Transit Visualization Client

TRAVIC - Transit Visualization Client
“E se prendessimo tutte le fonti GTFS che sono disponibili pubblicamente e ne creassimo un servizio?” Molto probabilmente è questa la domanda che si sono posti nel team di sviluppo della geOps in un confronto con l’università di Friburgo da cui poi è nato il progetto TRAVIC. TRAVIC sta per Transit Visualization Client, e, lo ...