Open Data for Business (if you trust it)

Open Data for Business (if you trust it)
FINODEX: open data for business (if you trust it) from Maurizio Napolitano L’Open Data è un processo ancora molto lungo affinchè diventi un catalizzatore per l’innovazione. L’attuale implementazione del concetto è attualmente troppo spinta nella direzione della trasparenza, e questo non è sufficente per abilitare la crescita economica. Si possono avere maggiori risultati, dobbiamo crederci...

Document Freedom Day e l’importanza degli standard aperti

Document Freedom Day e l'importanza degli standard aperti
Oggi è il document freedom day, la giornata internazionale dedicata ad aumentare la consapevolezza degli standard aperti. In molte parti del mondo si organizzano eventi per sensibilizzare sul tema. I formati aperti sono più importanti del software libero e dell’open data, entrambi i movimenti però mettono al centro questa necessità. Standard aperti vuol dire avere...

Il vinitaly mi ha fatto perdere l’aereo, l’autista della navetta merita la mia stima

Il vinitaly mi ha fatto perdere l'aereo, l'autista della navetta merita la mia stima
Trento-Napoli: il percorso migliore rimane il treno diretto da Trento a Roma e poi il cambio verso Napoli, quello più economico e più rapido invece il volo diretto da Verona. Fra gli spostamenti in treno da Trento a Verona, in navetta dalla stazione all’aereoporto, il check-in, il volo e la navetta dall’aereoporto di Napoli alla...

dati territoriali socio economici pronti per la stampa in 3D 2

dati territoriali socio economici pronti per la stampa in 3D
SHP2STL Doug McCune, ha creato l’interessante libreria “shp2stl” che trasforma un file in formato .shp (usato per i dati geografici vettoriali) in formato stl (usato nella prototipazione 3D per i CAD). Il formato stl è comunemente usato nella stampa 3D. Questo formato può essere visualizzato con diversi software, fra cui l’italianissimo Meshalb. GitHub offre un...

Gli open data nel mondo sono come un iceberg (e l’Italia è ancora sott’acqua)

Gli open data nel mondo sono come un iceberg (e l’Italia è ancora sott’acqua)
“Inghilterra prima, Danimarca seconda, Francia terza, Finlandia quarta, … Italia? Dove è l’Italia? Cosa??? Venticinquesima?”. Queste sono, più o meno, le considerazioni che fanno in molti appena accedono al Global Open Data Index 2014 pubblicato da Open Knowledge ad inizio dicembre. La posizione incuriosisce sia perché ci si trova dietro a nazioni come l’Islanda (16) o...